0872/80193 info@boscosrl.it

I committenti di servizi di trasporto, che vogliono avvalersi di quest’ultimo servizio e che intendono stipulare un contratto di trasporto, hanno l’obbligo di verificare la regolarità contributiva dell’azienda di trasporto stessa  ai sensi della legge n. 190 del 23 dicembre 2014.

Se fino ad ora l’unico modo per il committente di tutelarsi  era richiedere il DURC (Documento di Regolarità Contributiva), ora la piattaforma dell’Albo è on line, il portale informatico che raccoglie tutte le banche dati dei vari enti e istituzioni, dalle quali poter attingere per le informazioni necessarie.

Per potersi accedere all’area dedicata dell’Albo dei trasportatori è necessario registrarsi attraverso il sito www.alboautotrasporto.it/web/portale-albo , eseguire la procedura di autenticazione che prevede l’assegnazione, esclusivamente via pec, di un PIN per l’accesso. Una volta effettuata la registrazione, sarà possibile inserire sul sito i dati identificati dell’azienda di trasporto sottoposta a verifica i cui dati sull’esito verranno inviati al richiedente a mezzo di posta elettronica certificata (PEC). Questo servizio viene fornito dall’ Albo in collaborazione con gli Enti quali INPS e INAIL.

Come abbiamo detto, per il committente c’è l’obbligo di verifica della regolarità contributiva delle imprese di autotrasporto e nel caso di irregolarità o di mancato rispetto delle disposizioni relative all’esercizio della professione, il committente stesso diviene corresponsabile fino ad un anno dalla cessazione del contratto di trasporto.