0872/80193 info@boscosrl.it

Spesso si identifica l’outsourcing logistico come una gestione onerosa e complessa ma, è dimostrabile dal esito di un’attenta analisi, che spesso risulta essere più conveniente sia sotto l’aspetto economico, sia qualitativo.

Attenti alle problematiche del cliente e flessibili negli orari, siamo in grado di soddisfare in pieno qualsiasi esigenza che ci venga richiesta.

Il servizio di outsourcing consiste:

  •  Movimentazione pallet IN-OUT;
  • Stoccaggio pallet;
  • Picking su bancale (per cartone/imballo) per composizione ordini;
  • Assicurazione merci;
  • Contabilità bancali;
  • ·Bollettazione;
  • Invio telematico bolle emesse e ddt fornitore merce ricevuta.

L’outsourcing logistico.

1. Obiettivi della terziarizzazione
2. Confronto fra magazzino gestito direttamente e terziarizzato

1. Obiettivi della terziarizzazione

  • Passare da una logistica a costi fissi ad una a costi variabili
  • Ridurre il costo unitario della prestazione del personale
  • Incrementare la flessibilità produttiva
  • Mantenere inalterate o migliorare le prestazioni del sistema logistico.

2. Confronto fra magazzino gestito direttamente e magazzino terziarizzato

 

MAGAZZINO GESTITO DIRETTAMENTE MAGAZZINO IN OUTSOURCING
A. Costo delle prestazioni Ogni dipendente ha 6 settimane di ferie che, su 52 settimane lavorative, rappresentano l’11,5% del totale. Il tasso medio annuale di assenteismo (malattie, infortuni, etc..) nei magazzini supera il 6%. La gestione dei periodi di ferie mal si concilia con la stagionalità delle spedizioni di magazzino prestazioni. L’azienda paga le prestazioni rese. Ferie, infortuni, malattie, etc… sono ininfluenti dal punto di vista economico e non rappresentano un onere gestionale dell’azienda.
B. Sostituzioni dipendenti Un dipendente dalle scarse prestazioni difficilmente è rimpiazzabile. Operatori inefficienti possono essere sostituiti.
C. Richiesta di incremento delle prestazioni E‘ soddisfatta con straordinari, assunzioni, od inserimenti ‘spot’ di personale non addestrato (interinali, artigiani). È gestita con gli stessi costi/prestazione routinari. Non ci sono le maggiorazioni degli straordinari, non ci si deve preoccupare di gestire nuove assunzioni, si possono evitare inserimenti provvisori di personale non addestrato.
D. Dimensionamento dell’organico di magazzino L’errato dimensionamento degli organici di magazzino risulta particolarmente difficile da individuare e da modificare Gli errori di dimensionamento dell’organico non sono a carico dell’azienda
E. Infortunio sul lavoro In caso di infortunio sul lavoro l’azienda è direttamente coinvolta Eventuali infortuni sul lavoro sono a carico del gestore quanto più la terziarizzazione è spinta.
F. Beni funzionali all’esercizio dell’attività Gli immobili, i mezzi e la loro gestione, i sistemi informativi sono a carico dell’azienda I beni funzionali all’esercizio dell’attività possono passare totalmente od in parte al fornitore con ‘smobilitazione’ degli investimenti destinati all’attività logistica.
G. Ricerca e formazione del personale La ricerca e la formazione del personale sono a carico dell’azienda. La ricerca e la formazione del personale sono a carico del fornitore.